COMO FAZER o VERDADEIRO TIRAMISÙ ITALIANO? A RECEITA da MARTINA

COMO FAZER o VERDADEIRO TIRAMISÙ ITALIANO? A RECEITA da MARTINA

Ciao a tutti, come va? Benvenuti a questo video assolutamente inedito per il mio canale.

Sono nuovamente in compagnia di mia sorella Martina. Ciao Marti!

Ciao a tutti! Come va? Tutto a posto?

Tutto bene! Siamo pronti per questo video assolutamente speciale. Di cosa parleremo Marti? Vedremo come preparare uno dei dessert sicuramente più conosciuti e più famosi nella cucina […]

Nel mondo intero! […] italiana e non solo infatti!

È vero. La video ricetta del tiramisù.

È oggi il giorno del tiramisù, cominciamo!

E allora come nella migliore tradizione cominciamo dagli ingredienti.

Quindi cosa serve e quali sono le quantità necessarie per

fare un ottimo tiramisù, ok? Andiamo Marti. Nel preparare un tiramisù per 6/8 persone occorrono: 150 g di zucchero, 6 uova, 500 g di mascarpone, 3 massimo 4 confezioni di questo tipo di Savoiardi, del caffè freddo (nel senso che dovrà essere preparato per tempo in modo tale che si possa raffreddare, sarà sufficiente preparare una macchinetta per 6 persone), delle gocce di cioccolato e del cacao in polvere.

Io qui poi ho messo da parte un po’ di sale che dovrà essere aggiunto agli albumi dell’uovo nel momento in cui andrò a montarli a neve, poi li vedremo comunque più nel dettaglio come fare.

Oh […] e a proposito degli ingredienti piccola parentesi è fondamentale la qualità degli ingredienti che mettete nel vostro tiramisù. È direi quasi tutto facile da trovare anche in Brasile.

Attenzione però al mascarpone perché la prima volta che abbiamo fatto il mascarpone con Martina in Brasile a San Paolo abbiamo fatto un errore.
Abbiamo preso un formaggio “tipo” mascarpone e ci è venuto un dolce “tipo” tiramisù ma non era tiramisù, ok?

Quindi è importante comprare del mascarpone prodotto in Italia (quindi importato).

Noi ricordo che l’avevamo trovato nella Mooca, nel negozio Sagres se non mi sbaglio.

Casa Sagres, nella Mooca ma ci sono sicuramente diversi posti, perlomeno a San Paolo, dove potete trovare il mascarpone importato, ok? Ci sono varie marche: Locatelli, Soresina. Tutte buone, tutte buone basta che sia mascarpone prodotto in Italia e non formaggio “tipo” mascarpone, ok?

Ok, poi i Savoiardi che in Brasile […] aiutami tu. Sarebbe biscoito champanhe, ok?

Ecco, e poi giusto ultima nota le uova ovviamente siccome è un dolce che in pratica non va cotto (quindi le uova andranno totalmente a crudo) è fondamentale che queste siano freschissime ovviamente. Ok, quindi uova fresche, ok? Mi raccomando.

Bene, ma adesso è il momento di mettere le mani in pasta (nel vero senso della parola).

Cominciamo con la preparazione e io ovviamente mi faccio da parte e lascio la parola a Martina.

Vai Marti! Andiamo!

Partiamo innanzitutto unendo i tuorli delle uova (cioè la parte rossa dell’uovo) con i 150 g di zucchero. Però attenzione dobbiamo ricordarci di mettere poi gli albumi da parte in questo recipiente perché poi questi albumi dovranno essere montati successivamente a neve.

Abbiamo appena terminato secondo me la fase più complicata quella cioè di separare i tuorli dall’albume. E a questo punto aiutandoci con le fruste elettriche e mescoliamo appunto i rossi con lo zucchero fino ad ottenere un composto schiumoso. Può essere anche fatto a mano però ovviamente ci metterete più tempo e fatica. Procediamo.

Ok, perfetto. Praticamente come potete notare i tuorli devono essere montati con lo zucchero fino a che praticamente il composto non assumerà questo colore molto molto chiaro. Mi raccomando!

Una volta che il composto con i tuorli e lo zucchero sarà lavorato alla perfezione, si unisce il mascarpone.

Va aggiunto poco alla volta. Conviene cominciare a lavorare un pochino il composto nel frattempo.

Sempre o con le fruste o con un cucchiaio come preferite.

Finiamo di aggiungere la restante parte del mascarpone e amalgamiamo bene il tutto.

Riepilogando quindi abbiamo unito in questo primo recipiente lo zucchero, i tuorli e il mascarpone. Prima di montare a neve gli albumi è importante lavare in maniera accurata e asciugare anche adeguatamente le fruste altrimenti (già testato personalmente) gli albumi non monteranno mai.

Ritorniamo agli albumi che avevamo messo da parte all’inizio e aggiungiamo un pizzico di sale. In gergo tecnico su molti libri di cucina troverete l’espressione “una presa di sale”.

Questa “presa di sale” sarebbe appunto un pizzico di sale. A questo punto cominciamo appunto a montare gli albumi con l’aggiunta del pizzico di sale a neve fermissima (così si dice in gergo tecnico).

Nel senso che, ora appunto lo vedremo nei vari passaggi, da che praticamente gli albumi si presentano in questo modo, diventerà tutto il composto diventerà praticamente quasi panna montata. Comunque vi dirò io, diciamo, quando la consistenza sarà quella ottimale e ve ne accorgerete anche voi. Cominciamo!

Questi sono gli albumi montati a neve fermissima. Vedete? Non si muove niente.

Abbiamo montato a neve fermissima (mi raccomando) gli albumi delle uova.

A questo punto per completare la preparazione della crema uniamo gli albumi delle uova con il composto che avevamo preparato all’inizio cioè quello a base di zucchero, tuorli e mascarpone.

Ecco qua.

Mi raccomando a questo punto nell’amalgamare il tutto dobbiamo stare attenti a come mescoliamo.

Innanzitutto usando un cucchiaio e non più le fruste. E dobbiamo mescolare dal basso verso l’alto per evitare che gli albumi che abbiamo precedentemente montato si smontino (per così dire). Ecco qua. È un po’ voluminoso, ingombrante ma fidatevi alla fine il risultato sarà eccellente.

Ecco qui la crema è pronta. Vedete la consistenza ottimale?

Già mi viene l’acquolina in bocca! Andiamo allora a comporre il dolce.

Disponiamo quindi il primo strato di crema sul fondo della pirofila.

Inzuppiamo i Savoiardi nel caffè e li disponiamo sullo strato di crema.

Personalmente a me piace un tiramisù molto cremoso quindi non li metto i Savoiardi propio uno attaccato all’altro. Tendo, diciamo, a distanziarli il più possibile di modo tale che appunto poi alla fine il dolce venga più cremoso piuttosto che biscottoso […] come si dice.

Ovviamente il quantitativo di Savoiardi poi dipende dal vostro gusto personale, eh?

Ripeto io lo preferisco più cremoso ma siete liberissimi di aggiungere quanti Savoiardi insomma voi volete.

Aggiungiamo un po’ di gocce di cioccolato.

A questo punto non ci resta che guarnire il dolce con cacao in polvere.

Quindi ci aiutiamo con il colino (è questo qui).

E un po’ di gocce di cioccolato.

Bene, noi abbiamo finito.

Ok, il nostro tiramisù è pronto. L’aspetto è come dire delizioso.

Eh a questo punto non resta che metterlo in frigo. Anzi piccolo consiglio: come tutti i dolci a cucchiaio… È vero!

[…] che necessitano diciamo di amalgamarsi nel gusto conviene sempre prepararlo un po’ di ore prima rispetto a quando deve essere consumato. Meglio se preparato la sera prima, per esempio, per il giorno dopo. Infatti noi […]

Per servirlo a pranzo ad esempio l’ideale […]

A pranzo magari l’ideale sarebbe prepararlo la sera prima, ecco, così riposa tutta la notte e di modo tale che i sapori si assestano e comunque il gusto poi si potrà diciamo gustare appieno appunto.

Certo, il risultato finale è migliore lasciando riposare il dolce per un po’ di ore.

Ok, perfetto! Abbiamo terminato anche per oggi.

Grazie Marti per la tua fantastica interpretazione. Sei stata un’artista in cucina!

È stato un piacere!

Io sono un apprezzatore, il primo al mondo, apprezzatore dei tiramisù di mia sorella ma vi assicuro che se anche voi poteste assaggiarlo diventereste dei fan di questo tiramisù. Io che ne ho assaggiati tantissimi posso dire che questo è sicuramente uno dei migliori, ok?

Se non il migliore (ma questo rimane tra di noi)! Ok.

Grazie mille Marti! Grazie a voi! Spero che questo video vi sia utile.

Ovviamente aspettiamo i vostri commenti se avete dubbi, no, sulla preparazione eccetera.

Ah sì certo scrivete tranquilli!

Scrivete esatto nei commenti qui sotto. Grazie ancora. Un abbraccio a tutti! Ciao ciao.

Ciao.

Passiamo adesso all’assaggio. Il momento dell’assaggio è come dire il culmine, no, di tutto il processo vero Marti? Vediamo un po’. Sei pronto Luca?

Matteo tu solo manchi!

L’uomo del Monte ha detto sì! L’uomo del monte ha detto sì! Molto buono!

Comentários